mercoledì 21 settembre 2016

COSA SI PUO' PIANTARE NELL'ORTO A SETTEMBRE?

Cosa si puo' seminare a fine settembre?
La domanda è molto frequente in questi giorni in qui le temperature e le "ore di luce" ci fanno percepire l'arrivo dell'autunno.
Qualche anno fa a una domanda del genere avremmo risposto "nulla.. ormai è troppo tardi, non si puo' piantare nulla nell'orto".
Oggi invece, grazie alla ricerca, sperimentazione e coltivazione di piante di varietà antiche e resistenti, possiamo rispondere.. "a fine settembre possiamo piantare nell'orto ..le INSALATE INVERNALI"

Crediamo che sia fondamentale offrire delle piante che ci consentano di prolungare sempre più la coltivazione dell'orto anche in periodo freddi (soprattutto in zona come la nostra)
Ed è per questo che abbiamo fatto della ricerca e sperimentazione un elemento fondamentale per il nostro lavoro
Ma quali sono le varietà di insalata che possiamo ancora piantare?

Innanzitutto la ormai celeberrima INSALATA DELLE DOLOMITI (l'insalata
ribelle) molto resistente alle basse temperature, ci darò un bel cespo di insalata croccante, leggermente crespa dal colore verde rossastro. Se la si coltiva sotto tunnel o se i mesi di ottobre e novembre non sono particolarmente rigidi (pur coltivandola all'aperto) potremo mangiare l'insalata già prima di Natale
(per ulteriori informazioni cliccare qui)

Ma quest'anno stiamo sperimentando altre due varietà di insalata invernale:
la Bruna d'Inverno (seme sativa) e la Baqui rossa invernale (sativa)
Abbiamo già effettuato delle prove in campo, piantando le due varietà a inizio settembre e i risultati sono stati ottimi, sia per quel che riguarda la produttività che la qualità. Ora invece testiamo la loro resistenza al freddo, prova già ampiamente superata dalla "insalata delle Dolomiti"



A inizio settembre abbiamo piantato in campo e in vaso anche una serie di cavoli e broccoli adatti a una coltivazione autunnale e invernale.



Stiamo testando la capacità di resistenza al freddo di:

                      CAVOLO RICCIO    ci ha già dato ottimi risultati lo scorso anno, alcune
piante messe  a dimora nell'autunno 2015, dopo aver fiorito, stanno ancora oggi ricacciando e dando ottime foglie e apici per zuppe, minestre, pesti e molto altro
CAVOLO GALIZIANO (couve galaga - detto anche cavolo portoghese) Usato per il "caldo verde portoghese" è ottimo cavolo dal sapore delicato (più delicato del cavolo nero) molto resistente al freddo


cavolo cuore FILDERKRAUT  (sativa) ottimo per fare crauti, molto dolce

cavolo cure CHATEAURENARD di medio piccole dimensioni ma molto compatto e resistente al freddo
cavolfiore verde di Macerata (Bioseme)
Verza di Piacenza (Bioseme)


Novità assoluta la sperimentazione dell' ERBA RAVA, una rapa molto antica i cui semi sono stati recuperati a Lamon, dalla polpa rosata, dolce e adatta a molti piatti sia legati alla tradizione locale che innovativi




A breve i risultati della sperimentazione in campo di:
- trenta varietà di pomodori antichi, riproducibili e.. nonostante l'anno funestato dalla peronospora.. decisamente resistenti
- 10 varietà di Melanzana (tonda rossa, bianca ecc..)
- 10 varietà di peperoncino piccante (carolina reapper, trinidad skorpion, habanero chocolate, orange, red e bianco. naga moric ecc..)
- 6 varietà di peperone dolce (arancione, corno giallo e bianco ecc..)
- 8 varietà di basilico (all'anice, cannella, al limone. viola, nero ecc.)
- 3 varietà di Patata (a polpa rossa, a polpa viola, turchese)

oltre alla partecipazione al progetto: miglioramento genetico partecipativo di varietà antiche di fagioli locali (con il fagiolo bonel di Fonzaso)


va inoltre ricordato che da questo periodo si possono mettere a dimora anche le piante di NOCE FELTRINO 
(per ulteriori informazioni e per conoscere le varietà cliccare qui)

mercoledì 6 aprile 2016

PIANTINE PER L'ORTO BIOLOGICHE e RESISTENTI anche da SEMENTE ANTICA E RIPRODUCIBILE


 


I tenui colori della primavera iniziano a dipingere le pendici delle Dolomiti e del Massiccio del Grappa, i rami si riempiono di gemme gonfie e poi di delicate foglioline.. la leggera brezza si fa tiepida.. pian piano si inizia a pensare, programmare a come sistemare e disporre orti e campi

Anche quest'anno il vivaio biologico “il Ruscello” propone una vasta gamma di piantine biologiche per l'orto, completamente prodotte in azienda, per lo più da sementi antiche, auto prodotte, resistenti, riproducibili e vitali.

Crediamo molto nell' importanza del seme, nella sua vitalità e integrità. Sementi non manipolate e “costruire” per una agricoltura intensiva zeppa di concimi, ormoni e pesticidi chimici di sintesi
Utilizziamo sementi di varietà che abbiamo sperimentato e ritenuto valide per una coltivazione famigliare, biologica e che escluda la chimica di sintesi.
NON UTILIZZIAMO I COSIDETTI “SUPER IBRIDI”, NE' SEMENTI CMS (ibridi a sterilità maschile citoplasmatica), ripudiamo gli OGM o ogni seme manipolato

Crediamo che sia indispensabile proporre piantine sane, forti, non forzate, adattabili, cresciute nei tempi e nei modi più adeguati e naturali
Ricordiamo che la stragrande maggioranza delle piantine NON biologiche che si trovano sul mercato vengono concimate e trattate con prodotti chimici, con ormoni stimolanti per la crescita e con ormoni “nanizzanti”, prodotti consentiti ma molto criticati dato che a detta di molti interferiscono sul sistema endocrino.
Purtroppo anche in biologico sono consentite e usate sementi ibride e “super ibride” che noi ci rifiutiamo di utilizzare


SEMI: come detto usiamo solo sementi biologiche, alcune acquistate dalla ditta SATIVA (selezionando con cura le varietà più adatte) altre auto prodotte da varietà antiche e riproducibili.

TERRICCIO: solo ad esclusivamente terriccio biologico. Al quale aggiungiamo solo MIRORIZE (per sapere cosa sono cliccare qui)

METODO DI COLTIVAZIONE: tutte le lavorazioni eseguite sono manuali (semina, trapianto, ripicchettatura, annaffiatura...) evitiamo alle piantine i traumi della meccanizzazione. Non facciamo ovviamente uso di ORMONI e STIMOLANTI per la crescita né NANIZZANTI
Le nostre piantine crescono grazie a ACQUA e CALORE, attenzioni e cure. Utilizziamo solo macerati (per lo più di equiseto) e microrganismi effettivi

Per la coltivazione delle piantine non usiamo quindi alcun prodotto di derivazione animale

Ribadiamo per l'ennesima volta che coltivando è vitale pensare prima di tutto alla salute!! ..delle piantine, di noi che ce ne prendiamo cura e di chi poi le verrà ad acquistare e le mangerà..

VARIETA': la scelta delle varietà da proporre è molto accurata e si basa su una attenta e continua sperimentazione e ricerca. Coltiviamo in vaso, in orto e in campo una serie di varietà, non manipolate, per capire quanto siano adatte alla coltivazione sana e sostenibile. Molto ricca la proposta di insalate, pomodori, cavoli, ma anche basilici, peperoni, peperoncini, ma non solo..

PIANTINE IN COLTIVAZIONE E IN SPERIMENTAZIONE:
Alcune delle varietà sotto elencate sono disponibili sin da ora, altre sono in fase di crescita (per essere pronta nel periodo metà/fine aprile – maggio). Altre sono disponibili in numeri limitato (vista la difficoltà nel reperimento del seme di produzione o per la limitata richiesta), altre ancora sono in sperimentazione.
Per informazioni è consigliata una visita in vivaio, una telefonata o una mail

LE SEGUENTI PIANTINE SONO VENDUTE IN CONTENITORE DA 12 POSE

INSALATA: Gentile, Canasta, Rossa di Trento, Regina dei Ghiacci.
Novità 2016: Carmen (sativa), baquiei (sativa) kelli'2 treib (sativa)
RADICCHIO: Palla Rossa precoce, Pan di zucchero
BARBABIETOLA DA ORTO: rossa, rosa di chioggia
COSTA: costa Rossa, coste Colorate, costa Bianca
CIPOLLA: dorata di Parma, bianca Musona, Tropea rossa tonda, tropea rossa lunga
PORRO
CATALOGNA

LE SEGUENTI PIANTINE SONO VENDUTE IN CONTENITORI DA 9 POSE

BIETOLA da COSTA
SEDANO: a costa verde, a costa rosata
CAVOLO NERO toscano
CAVOLFIORE precoce
CAVOLO CAPPUCCIO: tondo, a cuor di bue, cabeza nera,
(novità 2016: chateaux – molto compatto- seme sativa)
BROCCOLO CALABRESE

LE SEGUENTI PIANTINE SONO VENDUTE IN CONTENITORE DA 6 POSE

MELANZANA : lunga, tonda nera, tonda violetta, ROSSA D'ETIOPIA, bianca.

PEPERONE : quadrato d' Asti giallo e rosso, corno rosso e giallo, Topeto.
ZUCCHINO: nero di Milano, genovese, romano, Alberello di Sarzana, zucchino giallo.
CETRIOLO:
MELONE :
ANGURIA: baby
BASILICO
genovese, Iraniano, cannella, viola, greco
PREZZEMOLO gigante d'Italia, riccio

POMODORI: sono tra i pezzi forti del nostro vivaio. Un ampia collezione frutto anche di una proficua collaborazione con importanti realtà dedite al recupero, alla conservazione e alla diffusione della biodiversità coltivata

Le varietà sotto elencate sono: in vendita o in sperimentazione, alcune disponibili in grandi quantità altre con un numero limitati di piantine.
Varietà a frutto piccolo: Datterino, Datterino antico striato, ciliegino, ciliegino Nero, Doctor green (ciliegino verde)
Varietà a frutto allungato: San marzano, Grosso e Polposo, Nasone, Picinin,
Varietà a frutto grosso: il Gigante, Piombino, Abano
Varietà costolute: Costoluto di comare Anna, Grosso e
indigo rose
Piatto
Varietà “cuor di bue”: Pera Toscano, Cuore del professore, Cuore Rosa, Cuore “Nadia”
Varieta a frutto “scuro”: Nero di Crimea, Strisce di cioccolato, black plum,
varietà a frutto verde: Green Zebra
varietà a frutto giallo: Serendipity
varietà a frutto nero: Indigo rose,
varietà a frutto arancione: Shabita

PEPERONCINI PICCANTI: molte di queste varietà sono in sperimentazione
Trinidad scorpion, carolina Repper, HabaNero orange e chocolat.
Le varietà più piccanti al mondo

Fiori per l'orto: vasta anche la gamma di fiori per l'orto, utili per attrarre gli insetti utili e impollinatori: tra questi
ricordiamo il tagete, la calendula, la cosmea, il fiordaliso. 
La salvia da fiori e molti altri


VI ASPETTIAMO PRESSO IL NOSTRO VIVAIO IN
VIA RONCHEDEL A PORCEN DI SEREN DEL GRAPPA (BL)

tel 3336889954 – biovivaio.ruscello@libero.it 

domenica 28 giugno 2015

SPERIMENTAZIONE DI VARIETÀ ANTICHE E RIPRODUCIBILI: POMODORI e non solo

Lo sperimentare è un qualcosa di estremamente importante per un coltivare che guarda all'auto produzione e alla biodiversità, al coltivare vario e nel maggior numero possibile di mesi dell'anno.
E' anche per questo motivo che abbiamo avviato da tempo una serie di progetti e prove di sperimentazione di varietà riproducibili.
Dai cavoli alle insalate, dai legumi alle cipolle dalle solanacee ai cereali

In questo 2015 ci siamo dedicati ai pomodori. Grazie alla collaborazione con associazioni e gruppi locali e nazionali (gruppo coltivare condividendo, Adipa Lumigiana) siamo riusciti a recuperare una trentina di sementi di varietà di buona qualità e resistenza. Una parte la stiamo coltivando in vaso dentro una serra, mentre un'altra parte è stata posta (sempre in vaso) sotto a una tettoia adiacente la serra principale.
Un lavoro che ci serve per individuare precocità, resistenza, qualità della pianta e del frutto.. Tutte le piante in sperimentazione sono ovviamente visitabili e chissa mai (se ce ne sarà modo) assaporabili.

Attualmente abbiamo in sperimentazione:
Indigo Rose,    Grosso di Pontremoli, Cherokee Purple,  Gato de Melon,   Picinin,   Serendipity, Sub Artic,
Riccio di Romagna,  Schabita,   Strisce di ciococlato,   Camone Sardo,  Costoluto Gigante "comare Anna",  
Gigante del Re,   Eva Purple,   Green Doctor (ciliegino verde)  Ciliegino giallo, Coyote (ciliegino Bianco)   Black cherry (ciliegino Nero)  Uzielli (mini ciliegino)   Ribesoides,    Pin Apple (pomodoro ananas),   Pomodoro Selvatico del Messico,

oltre ai già sperimentati: Pera toscano, Cuore del Professore, Nasone italiano, cuore nadia, Nero di Crimea, Zebra Green, Cuore Rosa, Belmonte e il Gigante

Abbiamo in coltivazione in vaso anche:
Tomatillo, Melanzana Rossa d'Etiopia, Peperoncino Piccante Trinidad Scorpion,
Peperoncino piccante  Carolina Repper, Peperoncino Piccante Haba Nero orange, Peperoncino Piccante Naga, Pepone a Corno Tequila Sunrise, Topeto, Basilico ivoriano, Basilico Thai all'anice

Una esposizione che va via via arricchedosi e che è, come detto visitabile in orario di apertura del vivaio.

Sempre in ambito "sperimentazione", partecipiamo anche al pogetto di SELEZIONE PARTECIPATA DEI FAGIOLI ANTICHI BELLUNESI.
Coltivazione "un  fagiolo per palo" al fine di individuare, catalogare e selezionare al meglio i fagioli da usare come semente.. cosa assai diversa da quelli che si usano per mangiare)

Ospitiamo inoltre il campo catalogo di cereali antichi del Gruppo coltivare condividendo. La prima raccolta (manuale) di effettuerà GIOVED' 2 LUGLIO (dalle ore 19) e prevede una selezione partecipata e condivisa.




SONO INOLTRE GIA' IN COLTIVAZIONE TUTTE LE PIANTINE PER UNA COLTIVAZIONE TARDIVA E AUTUNNALI!!!!
A breve avvieremo anche una sperimentazione visitabile di: 
Cavolo Fioraro, Cavolfiore violetto, Cavolo tondo piatto di Vinigo di cadore, Cavolo Alsaziano, Broccolo (cavolfiore) di Linfano..e molte altre

lunedì 13 aprile 2015

PIANTINE DA ORTO BIOLOGICHE e RESISTENTI ..anche da SEMENTE ANTICA E RIPRODUCIBILE

PIANTINE BIOLOGICHE.. DI NOSTRA PRODUZIONE.. ANCHE DA SEMENTI ANTICHE

Anche in questa primavera 2015 la nostra serra va pian piano riempiendosi di piantine per l'orto

Molte le varietà ormai consolidate e sperimentate nel tempo, ma anche tante novità .. per lo più di pomodori, cavoli, cipolle, barbabietole.. da provare e sperimentare!!!

Confermata .. ovviamente..la scelta del biologico e della biodiversità, della salubrità e della sostenibilità.. cardini fondamentali. .essenziali del nostro lavoro.

Oltre alle "piantine classiche" stiamo anche sperimentando una serie di varietà che meritano una citazione:

POMODORI in SPERIMENTAZIONE e COLTIVAZIONE nel NOSTRO ORTO :

Pera toscano, Cuor di bue Rosa, Cuore del Professore, Cuore di Nadia, Nasone italiano e Polposo
varietà grosse: il gigante, grosso piatto
ma anche: Belmonte, Green Zebra, Nero di Crimea, ribesoides (mini ciliegino), Grosso Giallo,
ciliegino rosso, nero, giallo e bianco..
Riccio di romagna, Picinin, cheroque purple, schabita ecc...

MELANZANA oltre alle classiche melanzane, ha un ottimo riscontro la MELANZANA ROSSA, tonda, di medio piccole dimensioni, buccia rossa, ottimo gusto di melanzana e pianta vigorosa
PEPERONI: corno rosso, topeto, dolce verde e vari peperoncini piccanti

CAVOLI molte le varietà in sperimentazione, dai precoci (tondi e a cuor di bue, a quelli invernali..in primis il cavolo piatto tipico d vinigo di cadore..ottimo per crauti


ZUCCHE per lo più zucche sante, tronde o ovali, grige, verdi e arancione.. ottime per gnocchi

Tra le varietà in vendita ricordiamo: 

ZUCCHINI.. oltre ai classici (di milano e genovese) abbiamo anche l'Alberello di Sarzana

INSALATA: gentile, rosa di trento, canasta, brasiliana
RADICCHIO: palla rossa precoce, variegato precoce, pan di zucchero
BARBARIETOLA: rossa piatta d Egitto, rossa tonda, rosa di chioggia
COSTE: costa argente, costa colorata, bieta da taglio
BASILICO: genovese, thailandese viola, greco
PREZZEMOLO
SEDANO: verde e dorato
CAVOLFIORE: quattro stagioni e più tardi il cavolfiore violetto
BROCCOLO CALABRESE

..e anche FIORI PER L'ORTO.. calendula, cosmea, nasturzio, fiordaliso...

PIANTINE BIOLOGICHE.. SANE.. ADATTE ALLA COLTIVAZIONE FAMILIARE
.. MOLTE DELLE QUALI SONO RIPRODUCIBILI !!!!

IL TUTTO A UN OTTIMO PREZZO!!!!

le piantine nei contenitori di 6 pose (pomodori, melanzane, peperoni, basilico..) vengono venduta a 2,50 euro la vaschetta

le piantine nei contenitori di 9 e 12 pose (insalate, coste, cavoli, sedano ecc..) vengono vendute a 
2 euro la vaschetta

PREVISTI SCONTI PER PLATO' INTERI !!!!!!

 DESIDERIAMO ANCHE RICORDARE IL LAVORO CHE STA "DIETRO" ALLE NOSTRE PIANTINE...


La scelta di basare il nostro lavoro su BIODIVERSITA', BIOLOGICO, SOSTENIBILITÀ E SALUBRITA' non sono figlie di una moda o di una tendenza.. ma di una scelta e di uno stile di vita

Abbiamo deciso di non usare pesticidi, diserbanti, ormoni nanizzanti e qualsiasi prodotto di sintesi chimica sia per tutelare la nostra salute ma anche quella dei nostri clienti che hanno così la possibilità di visite le nostre serre, i nostri campi senza correre il pericolo di essere contaminati da sostanze tossiche o mutogene e di portarsi a casa piante e fiori salubri

Crediamo molto nella biodiversità e nella necessità di tutelarla e diffonderla, anche per questo motivo in azienda ospitiamo una serie di campi sperimentali e “campi catalogo” visitabili di cereali antichi, pomodori e altre coltivazioni



le piantine da orto del “vivaio biologico il Ruscello” sono biologiche e totalmente prodotte in azienda !!!

Evitiamo di usare una serie di sementi, di preparati, di concimi e prodotti che anche se consentiti nel biologico riteniamo sia bene evitare



Usiamo solo terricci certificati biologici ai quali aggiungeremo MICORIZE




SEMENTI Usiamo solo SEMENTI BIOLOGICHE (per lo più di Sativa) o AUTO PRODOTTE Grazie alla collaborazione con importanti realtà (es.il Gruppo Coltivare Condividendo ed altri) stiamo cercando di ampliare sempre più la nostra gamma..la nostra offerta di piantine non ibride.



OVVIAMENTE NON USIAMO SEMENTI OGM E NEMMENO IBRIDI CMS CIOÈ GLI IBRIDI A STERILITA' MASCHILE CITOPLASMATICA



METODI DI COLTIVAZIONE

..per far crescere le nostre piantine usiamo soprattutto caldo ed acqua.. microrganismi effettivi e macerati con cui irroriamo periodicamente al bisogno germogli e piantine

Non forziamo mai la crescita NE' USIAMO ORMONI per regolare lo sviluppo E' vitale pensare prima di tutto alla salute!! ..delle piantine, di noi che ce ne prendiamo cura e di chi poi le verrà ad acquistare e le mangerà



AMPIA GAMMA DI VARIETA' ANTICHE E RESISTENTI, DI BUONA QUALITA' CHE SI ADATTANO BENISSIMO ALLA COLTIVAZIONE FAMIGLIARE AD UN OTTIMO PREZZO

 vi aspettiamo a PORCEN di SEREN del GRAPPA !!!!!!!

domenica 4 gennaio 2015

CURARE L'ORTO ANCHE D' INVERNO

Anche nella stagione invernale..e anche in climi non certo miti come il nostro.. si puo' fare qualcosa per il nostro orto.
Una delle regole principali per un buon orto è che il terreno non sia MAI NUDO.
E' pertanto consigliata una buona PACCIAMATURA. Per farla si possono
utilizzando foglie (che si trovano facilmente in natura) ma anche fieno, cippato o paglia. Ciò consente al terreno di avere una buona copertura, si ostacola il dilavamento della sostanza organica e la formazione di croste e compattazione.
Inoltre il matieriale vegetale si degrada e fornisce al terreno utili sostenza organiche e nutritive
Nel periodo invernale si puo' iniziare anche la costruzione di "cumuli" o abozzi di "lasagne". Se nella zona di realizzazione sappiamo o constatiamo che vi è una notevole presenza di piante spontanee che potrebbero creare problemi al nostro cumulo possiamo iniziare la costruzione posizionando dei cartoli. Adagiati i cartoni sul terreno potremmo iniziare a ricoprirli con strati di foglie secche, cippato, ramaglie tagliuzzate, fieno e residui vegetali.. il tutto intervallato con del terriccio o dell'humus. In questo periodo e in questa zona qui non si va a seminare o trapiantare nulla su questi cumuli ma potranno essere un' ottima collocazione per le sementi e le piantine di inizio primavera.

In questo periodo invernale è bene anche monitorare le piantine che abbiamo in orto. E' facile che in esso vi siano ancora delle coltivazione autunnali: cavolo riccio, porro, qualche radicchio, cavolo nero..ma anche piantine e germogli di pisello (lavadino, biso nero, pisello fava..), cespi di isalata dolomiti (che regge benisismo il gelo) e tutti i cereali invernali. Utile monitorarli e preservarli dalle incursioni di lepri, caprioli e magari qualche piccolo topo

L'inverno è anche un buon periodo per preparare le sementi che affideremo alla terra tra qualche mese. Soprattutto le sementi di piantine da far germogliare in serra riscaldata

In atresa del sole primaverile auguriamo a tutti un ottimo 2015 all'insegna della biodiversità, salubrità e del coltivare (e mangiare) sano, sostenibile e responsabile
  

lunedì 27 ottobre 2014

NOVEMBRE MESE DI INSALATA INVERNALE..e CRISANTEMI..

COSA SI PUO' TRAPIANTARE IN ORTO A OTTOBRE/NOVEMBRE?

Puo' sembrare strano che anche in un periodo dell'anno tanto freddo e poco adatto alle coltivazioni ci sia qualche piantina da affidare alla Terra. 
Ed invece la straordinaria INSALATA delle DOLOMITI è adatta a questa coltivazione invernale
Si puo' trapiantare sotto tunnel o in zona riparata e avremo così la possibilità di mangiare dei bei cesppi di insalata fin da febbraio. 
Se invece la si trapianta in pieno campo o in orto la si potrà raccogliere con l'arrivo dei primi caldi.. indicativamente verso marzo

Quest'anno in azienda stiamo sperimentando anche altre varietà di insalata invernale recuperate in zona
e acquistate da "Sativa".. ovviamente non ibridi CMS

... NONOSTANTE IL VENTO ABBIA FATTO DEI DANNI ALLE SERRE DELL'AZIENDA..
ANCHE QUEST'ANNO LE NOSTE COLTIVAZIONI AUTUNNALI SONO PRONTE PER LA VENDITA..

Piante di ciclamini.. vasi e steli recisi di crisantemo..
..fiori e piante coltivate senza uso di sostanze chimiche di sintesi, pesticidi, ormoni ecc..
..ma anche senza sfruttamento di esseri umani.. come spesso accade per fiori recisi (crisantemi e non..) provenienti da varie parti del mondo

venerdì 12 settembre 2014

SETTEMBRE.. trapianti.. e auto produzione dei semi

I trapianti autunnali sono ormai ultimati, anche se c'è ancora qualcuno che affida alla terra piantine di radicchio (lusia, treviso, chioggia..) e insalata (scarola e indivia).
C'è pero' ancora una varietà di insalata che possiamo iniziare a trapiantare nel nostro orto.. la ormai nota INSALATA DELLE DOLOMITI

Varietà antica, recuperata a Erto dal Gruppo Coltivare Condividendo, facilmente riproducibile. Si semina a settembre e di trapianta da metà settembre a metà ottobre. E' molto resistente al freddo e da ottimi cespi nei primi mesi dell'anno. Puo' essere trapiantata sia in pieno campo che sotto tunnel e i risultati sono sempre ottimi

 Oltre al produrre piantine, per noi è molto importante anche fare "sperimentazione". Da alcuni anni recuperiamo, scambiamo o acquistiamo sementi di varietà "riproducibili" (NON OGM, NON CMS) che pensiamo siano adatte alla nostra zona. Ma prima di coltivarle le sperimentiamo coltivandole in azienda. Quest' anno abbiamo proseguito con successo la sperimentazione relativa al BROCCOLO FIOLARO e al CAVOLO CAPPUCCIO di VINIGO di CADORE (adatto per fare crauti)
Abbiamo avviato la prova di coltivazione anche di altre varietà autunno- invernali. Tra queste:
cavolo rapa viola, cavolo rapa bianco (lando), cavoletto di bruxelles rubino, cavolo riccio, cavolo rosso, porro invernale, cavolfiore violetto e altre varietà di cavolfiore e verza
cavolfiore violetto
 
cavolo riccio
cavolo rapa viola
Sempre in ambito "sperimentazione" l'azienda "vivaio biologico il Ruscello" ospiterà fra qualche settimana un "campo catalogo" aderendo al progetto del Gruppo coltivare condividendo sui cereali antichi

E' MOLTO IMPORTANTI AUTO PRODURSI LE SEMENTI
E' estremamente importante che tutti coloro che amano coltivare campi e orti acquisiscano le capacità e la volontà di auto prodursi le sementi
Una delle piante con le quali si puo' iniziare tale procedimento è sicuramente il pomodoro Anno dopo anno cerchiamo di ampliare la gamma delle varietà proposte, cercandole in fiere, mostre, cataloghi e sperimentandole in azienda Quest'anno siamo andati
a Pontremoli a visitare la "mostra nazionale del pomodoro".. alcune varietà ci hanno incuriosito e sicuramente nn mancheremo di sperimentarle anche da noi (sperando in un 2015 con un clima decisamente più adatto a questa pianta)
MA COME SI FA A RIPRODURRE UN SEME DI POMODORO? 
Si prende un pomodoro maturo.. scegliendolo da una bella pianta e staccandolo preferibilmente da metà pianta in giu'... si tolgono tutti i semi..


si mettono i semi in un vasetto e si aggiunge acqua.. si lascia riposare il tutto per alcuni giorni fin quando si forma una patina in superficie..
si mette il tutto si un colino e si lava con acqua corrente.. si mette il tutto su un foglio di carta paglia (segnando varietà e data) Si fa asciugare e si chiude a mo' di bustina conservando le sementi per la primavera

BUONA COLTIVAZIONE !!!!